Correre a Roma: itinerari e spazi per allontanarsi dal caos 3ª parte

Ben ritrovati a tutti 😉

Si parte con un nuovo itinerario di “Correre a Roma: itinerari e spazi per allontanarsi dal caos”. 

Terzo appuntamento di questa rubrica: pronti, partenza…via 😉

NELLA BOTTE PICCOLA C’È IL VINO BUONO

Con questo articolo andiamo alla scoperta di un piccolo parco di Roma, piccolo ma con tante piacevoli sorprese, soprattutto per chi ama correre e fare attività fisica all’aria aperta.

Percorsi misurati, salite per tutti i gusti, prati, alberi secolari, scorci storici e piccoli animali a farci compagnia.

ITINERARIO

Punto di partenza è la ciclabile nei pressi della fermata metro Ottaviano-San Pietro; da qui si prosegue, sempre dritti (su Viale Angelico e poi su Via Capoprati) sulla ciclabile fino ad arrivare a Ponte Milvio; abbiamo percorso poco più di 3km.

Ponte_Milvio_HD

In questo punto la ciclabile si snoda in due differenti direzioni: si può proseguire dritti, in direzione Tor di Quinto e oltre, oppure si può svoltare a destra passando sotto l’arco di ingresso del ponte. Noi prenderemo questa direzione.

308mezzaromarun
Una foto di una mia gara podistica (MezzaRomaRun) con passaggio a Ponte Milvio

Appena varcato l’arco di Ponte Milvio, ci ritroviamo per un brevissimo tratto sui caratteristici sanpietrini che rivestono il fondo stradale; percorriamo il ponte fino a ritrovarci ad un attraversamento semaforico.

Roma_Ponte_Milvio-Balaustra

Usiamo il semaforo alla nostra sinistra (dando le spalle a Ponte Milvio) e attraversiamo per continuare sul percorso ciclo-pedonale di Viale Tiziano. Da qui seguiamo il percorso ciclabile senza mai abbandonarlo.

Passiamo nei pressi del Palazzetto dello Sport, alla nostra sinistra, dove la ciclabile curva leggermente a sinistra e prosegue dritta su Viale Pietro de Coubertin  fino ad arrivare all’Auditorium Parco della Musica. Qui il percorso si interrompe ma il passaggio per i mezzi a motore è vietato.

Palazzetto_dello_Sport_Roma
Il Palazzetto dello Sport

Superato l’Auditorium ci troviamo su una piccola rotonda; da qui andiamo verso destra, Via Giulio Gaudini, per un breve tratto in salita fino ad un semaforo. Attraversiamo e riprendiamo la pista ciclabile di Viale Maresciallo Pilsudski fino ad incrociare sulla nostra sinistra l’entrata di Villa Glori.

Una seconda entrata è presente poco più avanti, percorrendo per un ulteriore breve tratto la ciclabile fino ad incrociare un cancello più grande sulla nostra sinistra: l’ingresso di Piazzale del Parco della Rimembranza.

Villa_Glori_-_ingresso_su_via_Maresciallo_Pilsudski_1270683
Entrata Villa Glori su Viale Maresciallo Pilsudski

Abbiamo percorso 5km dall’inizio del nostro itinerario. Varcata la soglia di questo piccolo polmone verde di Roma inizia il divertimento 😉

Entriamo utilizzando l’ingresso con il piccolo ma maestoso arco.

Sin da subito noteremo il recinto che ospita i pony, gioia dei più piccoli che possono fare il loro giro a cavallo, e un mini bar con tavoli all’aperto utile per un break post corsa e allenamenti 😉

20181111_125907
Il recinto dei cavalli

 

IL PARADISO DEI RUNNER

Entrati ci rendiamo conto, sin da subito, della pace che contraddistingue questo parco: piccolo e mai chiassoso, è veramente perfetto per tutti, dal runner principiante al runner più allenato, senza escludere, ovviamente, chi vuole farsi una bella passeggiata per rilassarsi e respirare un po’ di aria pulita.

Spesso sono andato anche il sabato e la domenica e devo dire che non è mai troppo affollato, anzi…

Come vi dicevo, il parco offre numerose possibilità per svolgere diversi tipi di allenamento. Cominciamo con il più duro…;)

Villa_Glori_-_viale_dei_Settanta_1270689

Appena entrati ci troviamo di fronte una ripida salita, la salita di Viale dei Settanta; una salita di poco più di 100 metri misurata con rotella metrica e segnata ogni 10 metri fino ai 100 metri.

Utilissima per chi vuole svolgere ripetute in salita e impegnare maggiormente le gambe, era utilizzata per i suoi allenamenti dal grande Pietro Mennea. Non era raro incontrarlo in questo parco. Non a caso questa salita viene chiamata “La Mennea” dai podisti romani.

Per chi desidera una pendenza più dolce e una distanza maggiore c’è la salita dell’altro ingresso: entrando dal cancello più grande,  in corrispondenza di Piazzale del Parco della Rimembranza (dove c’è il busto commemorativo del Maresciallo Pilsudski), si trova una salita di 200 metri, misurata con rotella metrica e segnata ogni 50 metri.

Villa_Glori_-_mappa_1270685

Salite a parte, ci si può allenare su un bel percorso circolare di 1160 metri, passando tra magnifici viale alberati e incontrando spesso simpatici scoiattoli; anche questo percorso è misurato e segnato ogni 100 metri fino a mezzo chilometro poi segnaletica per i 1500 metri e per i 2500 metri.

Ve lo dicevo prima, un parco che sembra fatto a misura di runner 😉

20181111_125156
Giornata senza allenamenti ma esplorativa 😉

Personalmente amo questo parco, se non lo si era capito…, per le diverse possibilità che offre per allenarsi, lontani dalle strade trafficate e in tranquillità.

QUALCHE ANNOTAZIONE TECNICA

Riassumendo, una volta arrivati al parco potete svolgere lavori di qualità come ripetute in salita su due diverse pendenze, corsa semplice o ripetute su un percorso ad anello con lievissimi saliscendi.

Io raggiungo sempre Villa Glori correndo, partendo dalla ciclabile vicina la fermata metro Ottaviano-San Pietro. 5 km che utilizzo come riscaldamento, più prolungato del solito, per poi svolgere lavori di qualità nel parco.

UNA VARIANTE DEL PERCORSO

Per chi volesse accorciare un po’, arrivati al Ponte della Musica, poco dopo la fine di Viale Angelico, si sale sulle rampe che portano sopra il ponte stesso e si prosegue fino alla fine del ponte fino ad incrociare Lungotevere Flaminio.

Da qui si attraversa e si prende Via Guido Reni, (teniamoci sul lato sinistro della strada) si passa davanti al MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo) e si arriva ad incrociare, al secondo semaforo, Via Flaminia prima e, attraversando, Viale Tiziano poi. Si prosegue dritti incrociando il percorso ciclabile di Via Pietro de Coubertin (come per l’altra variante del percorso) che porta all’Auditorium. Da qui in poi il percorso è lo stesso di prima fino all’ingresso di Villa Glori.

4 km invece di 5 in questo modo.

In questo caso, però, percorreremo tratti di strade su marciapiedi e non su percorso ciclo-pedonale, a differenza della prima opzione che si svolge interamente su percorso dedicato.

Ovviamente, si può anche arrivare a Villa Glori con macchina (o due ruote) per poi allenarsi all’interno del parco, ma in questo rubrica vi suggerisco percorsi proprio per dimenticarvi della macchina almeno per qualche ora. 😉

Da non escludere la possibilità di raggiungere il parco in bici per poi legarla all’interno e allenarsi. Un allenamento multi-sport in questo caso.

Ovviamente in entrambi i casi il ritorno è sulla stessa strada dell’andata.

Buone corse e ci vediamo al prossimo appuntamento di “Correre a Roma”!

Intanto seguitemi anche sui miei profili social, Facebook e Instagram

A presto 😉

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...